Chi Sono

Avevo sette forse otto anni quando mio padre mi portava in riva alla foce del Fiume Picentino, località marittima della mia città nativa, dove io e mio fratello maggiore nei periodi luglio e agosto ci divertivamo a lanciare un piombo di 40gr. con una lenza atomica per insidiare Sarde e Sugarelli. Altri tempi, bei ricordi, se ne prendevano davvero tanti.

Con il passare degli anni posso affermare di aver praticato tutte le tecniche di pesca esistenti sia in mare che nelle acque interne. Ho avuto la fortuna di vivere per molti mesi dell’anno sul lungomare di Salerno e li ho assaporato già all’età di 12 anni le prime battute di pesca in notturna alle mormore che ancora oggi sporadicamente pratico insieme ad alcuni amici appassionati.

Mio fratello non ha più portato avanti questa passione, io invece non ho mai mollato e quando ho avuto l’occasione mi sono attrezzato con un’imbarcazione con cui ho praticato per un po’ di anni la traina costiera, la pesca al bolentino, light drifting e spinning.

Il fiume era sempre una meta interessante e a volte andavo con un amico che praticava la pesca a mosca. Inizialmente non ebbi grande interesse verso questa disciplina, ma poi man mano incominciò ad accendere degli stimoli interessanti, cosi nel 1998 mi attrezzai con il minimo indispensabile per costruirmi gli artificiali autonomamente ma poi non ho mai approfondito seriamente per mancanza di tempo.

Nel 2000 ho inaugurato la mia attività lavorativa che tuttora gestisco, appena posso vado sul fiume, ma da quando ho aperto, il fine settimana ho deciso di non lavorare proprio per dedicarmi alle mie passioni. Ho praticato il fly fishing sporadicamente sui fiumi Sele, Tanagro, Picentino e Tusciano fino al 2007, anno in cui è nata la mia primogenita, il tempo per tutti i miei hobby si riduceva ad un pugno di minuti e ho dovuto sospendere.

Dopo non pochi anni ho deciso di riprendere e l’ho fatto senza esitazioni perché questo tipo di tecnica mi aveva regalato belle emozioni in passato. Oggi posso dire di essere contento di questa scelta, ho ripreso a costruire con buoni risultati sia mosche classiche ma soprattutto mosche con cui affronto le mie battute di pesca nei diversi periodi dell’anno con un discreto successo. Ho partecipato per caso a qualche contest internazionale di fly tying raggiungendo ottimi piazzamenti.

Nelle acque interne pratico rigorosamente il Catch & Release anche nelle zone libere ma non nego che se in una battuta di pesca in mare mi capita una spigola decente, impiattarla è comunque una bella soddisfazione. Il fanatismo non mi appartiene e mi tengo a netta distanza dal chi sostiene il contrario.

Nel 2020 ci sono stati importanti obbiettivi raggiunti, la passione per gli ambienti naturali e gli ecosistemi mi ha spinto a frequentare un corso per Guardie Ambientali e Zoofile e a novembre 2020 ho ricevuto il decreto di nomina Prefettizia, nello stesso anno ho frequentato il corso per Istruttori Ambientali e di Pesca FIPSAS conseguendo il brevetto di Istruttore Federale.

Mi sono promesso che avrei dato il mio contributo volontario per la tutela del patrimonio naturale della mia regione che è la Campania, e lo sto facendo con le carte in regola. Altro traguardo di cui vado fiero e l’aver intrapreso la mia avventura di Rodmaker. Passione, capacità e perseveranza mi hanno dato ottimi risultati e oggi posso dire che pesco solo ed esclusivamente con le mie canne in bamboo.

Che dirvi di più, a volte penso che devo rallentare la mia corsa, ma non posso, perché in tutta la mia vita ho sempre avuto un obbiettivo da raggiungere ed in questo caso si tratta della mia serenità, ora che l’ho raggiunta, facendo quello che mi piace, non la mollo più. 

Una delle mie frasi preferite in cui mi rispecchio molto è di John Lennon:

“Quando sono andato a scuola, mi hanno chiesto cosa volessi diventare da grande. Ho risposto “felice”. Mi dissero che non avevo capito l’esercizio e io risposi che loro non avevano capito la vita.”

Ed è proprio trascorrere più tempo possibile circondato solo dalla natura, lontano dal caos frenetico delle città, che mi rende estremamente felice!

Raffaele De Conciliis 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *